Maturità, medaglia d’argento agli studenti umbri

I circa 7mila studenti delle superiori di secondo grado dell’Umbria hanno chiuso l’anno scolastico in modo egregio
Perugia

Gli studenti dell’Umbria si sono distinti nella maturità con la percentuale di lodi più alta (medaglia d’argento).
Questo nonostante la rivoluzione dell’esame e l’esperienza della didattica a distanza per colpa del Covid-19.
Di fatto circa 7mila studenti delle superiori di secondo grado dell’Umbria hanno chiuso l’anno scolastico in modo egregio.
C’è da dire, evidenzia il Miur, che è stato diverso anche il sistema di assegnazione dei crediti. In particolare è stato rivisto il credito del triennio finale (valeva fino a 60 punti, anziché 40). E al colloquio orale, composto da una commissione interna con il solo presidente esterno, si potevano conseguire fino a 40 punti. 
In Umbria hanno sostenuto la maturità, ridotta ad una sola prova orale svolta in presenza e in sicurezza, 6.980 studenti. Il 4%, vale a dire 264, super bravi, ottenendo 100 con la lode, il risultato più ambito. È la seconda miglior percentuale d’Italia: hanno fatto meglio solo in Puglia, dove s’è registrata la percentuale più alta (5,2 per cento). Dietro all’Umbria i ragazzi del Molise (3,8%) ha chiuso con lode) e Calabria (3,7). 
Il 22,6 per cento ha chiuso il percorso con un voto fra 71 e l’80. Quasi analoga la percentuale di chi ha portato a casa un diploma con una votazione finale fra 81 e 90, cioè il 22,1%.