Sanitopoli, Marini chiederà di essere interrogata

Intanto le è stato recapitato l'atto di conclusione delle indagini alla ex governatrice dell'Umbria
Perugia

Recapitato l'atto di conclusione delle indagini alla ex governatrice dell'Umbria Catiuscia Marini. 
Marini era già stata sentita il 15 maggio 1919. Ora, dopo lo stralcio della sua posizione dal maxi processo sulle procedure selettive truccate in sanità, con 39 imputati, tra cui i precedenti vertici politici e istituzionali dell'Umbria, alla ex presidente della Regione è stato recapitato l'atto di conclusione delle indagini.
Il 2 novembre scadono i 20 giorni per chiedere di essere sentita e presentare atti in sua difesa, in vista dell'udienza preliminare.
Il giorno 3 novembre è attesa la requisitoria dei Pm Mario Formizano e Paolo Abbritti. 
In questa occasione, riferisce oggi Il corriere dell'Umbria, Marini avrà dunque la possibilità di chiarire la sua posizione dopo gli interrogatorii a Gianpiero Bocci e a Maurizio Valorosi.
Come si ricorderà Marini è stata indagata con l'accusa di aver fatto avere le tracce d'esame a una sua protetta.