Concorsopoli alla svolta finale

Processo subito, entro luglio tutto potrebbe essere chiuso
Perugia

L'inchiesta sanità in Umbria potrebbe essere arrivata ad un punto di svolta. Visto e considerato che gli arresti domiciliari di Gianpiero Bocci, Maurizio Valorosi e Emilio Duca scadono il 10 luglio, si presume che i tempi siano ormai ristretti.

Gianpiero%20Bocci
 I pm Paolo Abbritti e Mario Formisano, che indagano su Concorsopoli, sono chiamati a decidere se muovere l’azione penale per il presunto sodalizio e dunque estendere la contestazione anche al livello politico rappresentato da Bocci, dalla Governatrice Catiuscia Marini e dall’ex assessore Luca Barberini. Entro luglio il tutto potrebbe essere chiuso.
Processo subito ma solo per i reati posti a base della misura cautelare degli arresti domiciliari: rivelazione di segreto d’ufficio, abuso d’ufficio e falso.
Dal canto loro i tre indagati dovranno scegliere la strada processuale da intraprendere. 
Duca e Valorosi potrebbero scegliere il patteggiamento o il rito abbreviato.