Salvini promette altri 35 agenti in provincia di Perugia

Per il segretario della Lega Umbria, on. Virginio Caparvi: "Promessa mantenuta"
Perugia

«Rinforzi in arrivo in provincia di Perugia, con più di 35 donne e uomini in divisa che andranno ad arricchire l'organico delle forze dell'ordine da metà luglio a metà settembre»: lo annuncia il leader della Lega Matteo Salvini, commentando il piano di potenziamento dei servizi di vigilanza estiva.
"È una risposta concreta alle necessità del territorio in vista del periodo turistico, fortemente voluta dal sottosegretario all'Interno con delega alla Pubblica Sicurezza Nicola Molteni" aggiunge.
    "Con la Lega al Governo - sottolinea Salvini -, ecco rinforzi di polizia, carabinieri e guardia di finanza. Rinforzi che si sommano a nuove assunzioni. Dalle parole ai fatti".
    Per il segretario della Lega Umbria, on. Virginio Caparvi, "il tema della sicurezza continua ad essere al centro dell'agenda politica del partito". "Apprendiamo con soddisfazione - aggiunge - della notizia annunciata dal segretario Salvini. Il sottosegretario al Ministero dell'Interno con delega alla pubblica sicurezza, Nicola Molteni aveva già annunciato l'arrivo in pianta stabile di 10 rinforzi per la nostra regione, cinque a Perugia e cinque a Terni. A questi si aggiungono 35 agenti nell'ambito del piano di potenziamento dei servizi di vigilanza estiva. Uomini e donne in divisa che andranno a rinforzare gli organici di polizia, carabinieri e guardia di finanza, in servizio da metà luglio fino a metà settembre nella provincia di Perugia. Si tratta di un impegno concreto che va nella direzione di garantire un controllo più funzionale e capillare del territorio e di rispondere in maniera efficace ai fenomeni di mala movida, spaccio, micro e marco criminalità. Iniziativa che si va a sommare agli impegni già presi con la firma del patto per 'Perugia sicura' di potenziare gli impianti di videosorveglianza e garantire controlli mirati delle forze dell'ordine nel centro storico e nelle zone più 'calde' della città. Sul tema della sicurezza non prendiamo certo lezioni da chi, come Pd e 5 Stelle, continua a parlare, ma non ha mai prodotto risultati concreti, anzi, continua a lavorare a livello governativo per aprire i porti e favorire l'ingresso nel Paese di immigrati clandestini". (ANSA).