Coronavirus, il sindaco di Perugia è in isolamento

Negativo il tampone di Andrea Romizi. Tanti gli amministratori che sono stati a contatto con Melasecche. Chiusa anche Umbria Mobilità
Perugia

Anche il sindaco di Perugia Andrea Romizi è in isolamento fiduciario e in attesa di effettuare il secondo tampone, dato che il primo ha dato comunque esito negativo. Lo scrive oggi , che riferisce anche che la lista dei politici coinvolti nel caso-Melasecche è lunga: l’assessore regionale alle Infrastrutture è infatti risultato positivo tre giorni fa al Sars-Cov-2 ma potrebbe aver avuto sintomi già un paio di giorni prima. Naturalmente sono moltissimi i suoi contatti, dato che ha avuto incontri operativi e istituzionali.

Al momento però sui circa 200 tamponi effettuati non ci sarebbero altri positivi, se non il dirigente regionale Stefano Nodessi Proietti e due assistenti che lavorano in assessorato.
Di certo il contagio di Melasecche ha messo in crisi una grandissima fetta della politica umbra, che resterà quasi del tutto bloccata per 48/72 ore ancora. Tra quelli che hanno annunciato l’esito del tampone negativo c’è anche Andrea Fora, consigliere regionale, mentre Palazzo Cesaroni continua ad avere sbarrate le porte. Chiusa anche la sede di Umbria Mobilità. Ieri 29 nuovi positivi (su 1.692 tamponi) e 22 guariti in Umbria. Gli attualmente positivi salgono a 480. Fermo a 85 il numero dei morti e stabile anche il numero dei ricoverati: sono 33, tre dei quali 3 in terapia intensiva. Dall’inizio della pandemia sono 2.295 i casi di positività e 1.730 i guariti.