La Finanza individua i furbetti del reddito di cittadinanza

Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Perugia ha intrapreso un attento monitoraggio
Perugia

 Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Perugia ha intrapreso un attento monitoraggio nei confronti dei percettori del reddito di cittadinanza.

Dagli incroci delle banche dati a disposizione, in sinergia e collaborazione con l’Inps, è emersa l’indebita percezione da parte di nuclei familiari e/o soggetti a vario titolo incompatibili con la misura assistenziale.

Fra i percettori del reddito di cittadinanza sono stati individuati: condannati per associazione per delinquere di stampo mafioso, imprenditori edili evasori totali e persone che già percepivano la cosiddetta pensione di invalidità. Addirittura, un soggetto richiedente faceva parte di un nucleo familiare proprietario di attività di ristorazione, quote societarie del valore di un milione di euro, un immobile e un’imbarcazione da diporto. Nel garage di un altro “bisognoso” sono state trovate numerose auto d’epoca di ingente valore (Ferrari, Bentley, Lamborghini, Rolls-Royce, Cadillac Limousine, Maserati, Jaguar, Mercedes Benz, Pontiac).

Sono stati, inoltre, individuati vari soggetti (uno dei quali titolare di ben 45 “conti di gioco”) vincitori di migliaia di euro.