Perugia, rapina una donna di 64 anni e si dà alla fuga

Inseguito e arrestato da agenti di Polizia. È un pluripregiudicato algerino
Perugia

Personale della Squadra Volante su disposizione della Sala Operativa della Questura di Perugia si portava nell’hinterland perugino, nella zona di Ponte Felcino, in quanto giungevano al 113 segnalazioni di persona sospetta che si aggirava tra le autovetture in sosta, unitamente ad una richiesta di aiuto per uno scippo appena avvenuto. Le richieste descrivevano il soggetto come una persona di etnia nordaficana con addosso un giubbotto mimetico grigio e nero.

Le Volanti, giunte sul posto, appena circoscritta l’area, potevano immediatamente localizzare il soggetto il quale, alla vista degli agenti, si dava immediatamente alla fuga.

Uno degli agenti iniziava subito l’inseguimento correndo dietro il fuggitivo che nel frattempo si inerpicava su di un dirupo pieno di sterpaglie e rovi. Nonostante gli impedimenti naturali l’agente riusciva a raggiungere il soggetto riuscendolo a bloccare e metterlo in sicurezza.

L’uomo è risultato essere un cittadino di origini algerine di 33 anni, con numerosi pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio e per sostanze stupefacenti.

Dagli accertamenti effettuati è emerso che l’uomo, pochi attimi prima, aveva perpetrato una rapina a danno di una donna italiana di 64 anni, provocandole lesioni per le quali si richiedeva l’intervento del 118.

A seguito di più approfonditi controlli il soggetto risultava anche inottemperante all’Ordine del Questore di Perugia a lasciare il Territorio Nazionale per il quale veniva deferito all’Autorità Giudiziaria.

A termine degli accertamenti dovuti, il soggetto veniva tratto in arresto per i reati di rapina e lesioni.

Nella mattinata di ieri al termine dell’udienza veniva convalidato l’arresto ed il soggetto veniva accompagnato presso la Casa Circondariale di Perugia Capanne.