Catena di solidarietà per Michela, la 22enne deceduta il 31 Dicembre

Gli amici promuovono una raccolta fondi sui social per la famiglia
Perugia

Lodevole iniziativa promossa dagli amici di Michela, la studentessa 22 enne di origini Filippine, trovata morta dai genitori il 31 dicembre nel suo letto.

La giovane non aveva patologie pregresse, ma da giorni accusava dolori muscolari ed era sotto controllo del medico di famiglia.

Il suo improvviso decesso rimane un grosso punto interrogativo, il pubblico ministero,Gemma Miliani, ha disposto l’autopsia che verrà effettuata al Santa Maria della Misericordia di Perugia dal medico legale Laura Panata.

Un gruppo di amici di Michela nella giornata di ieri, sabato 2 gennaio,hanno promosso una rete di solidarietà sui social ed una raccolta fondi da destinare alla famiglia. In poche ore sono state raccolte 2.000 euro.

Nel post si legge “Vorremmo far sentire la nostra vicinanza alla famiglia di Michela. L’offerta è libera, anche un piccolo contributo è fondamentale. Il totale verrà poi consegnato ai genitori, In memoria della nostra amica, che possa riposare in pace”.

Michela era una ragazza tranquilla, frequentava la parrocchia locale dove aveva consolidato le sue amicizie. Il suo decesso ha scosso i residenti del noto quartiere perugino di Elce, dove la ragazza viveva con i genitori. Sono moltissimi i messaggi di cordoglio che stanno arrivando sui social.