Condannato dalla Corte dei Conti l'ex presidente Atc1 e tre revisori

Dovrebbero restituire all’Atc Perugia 1 quasi 38 mila euro
Perugia

 L’ex presidente dell’Ambito territoriale di caccia Perugia 1 e i tre membri del collegio dei revisori dei conti sono stati condannati dalla Corte dei conti a risarcire l'Atc, per spese sostenute e non giustificate da allegate documentazioni di liquidazioni e disposte con criterio del tutto arbitrario. Il  manager  dovrà rimborsare all’ente 26.486 euro mentre i tre revisori dei conti quasi 3.800 euro ognuno.

Secondo le indagini condotte dalla guardia di finanza i fatti si riferiscono al periodo 2008-2013 e riguardano importi per 13 mila euro di rimborsi chilometrici per le guardie volontarie, 3.334 euro per ristorazione e generi alimentari, quasi 6.700 euro  per pubblicità e sponsorizzazioni, 6.762 euro di rimborsi per il presidente .Per un totale di 38 mila euro.

La vicenda  è stata archiviata in sede penale, infatti all'epoca dei fatti era stato aperto un fascicolo penale, con l'ipotesi di ingiunsto profitto per 744 mila euro, per proseguire successivamente n pocesso contabile.

Gli avvocati dell'ex presidente Ciofini, Nicola Di Mario e Michele Nannarone, hanno sostenuto che il diritto al risarcimento del cliente  è ormai prescritto nonché l’assenza di condotte penalmente rilevanti.