Psr Umbria, assessore Morroni: entro dicembre previsto il raggiungimento di 100 milioni di euro di pagamenti per l’anno 2020

Ulteriori 5 milioni in arrivo in questi giorni per le imprese agricole e agroindustriali
Argomenti correlati
Perugia

“Puntiamo a raggiungere per l’anno 2020, entro dicembre, il pagamento di 100 milioni di euro alle nostre imprese agricole e agroindustriali. L’impegno assunto dall’amministrazione per accelerare i pagamenti delle misure del Programma di sviluppo rurale (Psr, ndr) ha dato i risultati attesi, decisamente considerevoli, a supporto delle nostre aziende alle prese con la crisi pandemica in atto”.

È quanto afferma l’assessore regionale all’Agricoltura, Roberto Morroni.

“Proprio in questi giorni – rende noto l’assessore - sono in arrivo altri 5 milioni di euro, tramite l’organismo pagatore Agea, che si aggiungono agli 82 milioni di euro di pagamenti fin qui effettuati da gennaio, destinati alle attività di produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, ovvero, alle realtà beneficiarie dei bandi per le misure a investimento.

Tenendo conto delle domande ancora da istruire e liquidare, è vicino pertanto il traguardo dei 100 milioni, “un obiettivo reso ancora più significativo – rileva l’assessore – dalla misura straordinaria ‘Covid’ del Programma di sviluppo rurale finalizzata ad arginare la crisi economica subita dal settore agrituristico, in particolare nel periodo di lockdown, con aiuti per complessivi 7 milioni”.

L’assessore Morroni evidenzia “il lavoro svolto dagli uffici regionali per garantire liquidità e sostegno alle imprese umbre del comparto primario, nonostante la grave fase di difficoltà in corso che coinvolge ogni settore”.   

Aspetto, questo, sottolineato anche da Franco Garofalo, Autorità di gestione del Psr e Dirigente del Servizio Sviluppo delle Imprese agricole e delle filiere agroalimentari “Nonostante le problematiche conseguenti all’emergenza sanitaria da Covid-19 e l’esigenza di operare in smart working – afferma Garofalo – gli uffici hanno garantito efficienza ed efficacia a vantaggio dello stato di attuazione del Programma di sviluppo rurale. Una responsabilità che abbraccia ogni intervento per la crescita dell’agricoltura in Umbria”.