Presa la banda che assaltò la slot di Ponte San Giovanni

Quattro romeni e un albanese sono stati tradotti in carcere
Perugia

La Procura della Repubblica di Firenze (sostituto procuratore Vito Bertoni) ha emesso 5 provvedimenti di fermo nei confronti della banda di rapinatori che il 27 febbraio scorso mise a segno il colpo nella sala slot di Ponte San Giovanni portando via più di 25 mila euro.
   Quattro dei destinatari del provvedimento, di nazionalità romena sono stati fermati dai carabinieri a Montecatini Terme (Pistoia); il quinto, di nazionalità albanese, a Firenze. Hanno età comprese tra i 21 e i 35 anni. Gli indagati sono ritenuti responsabili di 6 rapine in danno di sale slot e 23 furti con il metodo della “spaccata”. Nei confronti dei destinatari del fermo, associati alle case circondariali di Pistoia e Firenze Sollicciano, i competenti gip, all’esito dell’ udienza di convalida, hanno emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere.