30 milioni di euro per il restyling di Ponte San Giovanni

Svolte per l'intervento pubblico sui "palazzi della vergogna"
Perugia

Primo ok dal governo a 5 progetti dell’Umbria finanziabili con i fondi del Pnrr, Piano nazionale di ripresa e resilienza. Sono in arrivo 74 milioni di euro. 
Insieme a questi passano anche i piani di riqualificazione urbana dei Comuni di Perugia e Terni. Per il capoluogo, che fa la parte del leone con 30 milioni di euro, si tratta del restyling di Ponte San Giovanni. Doppio intervento: nei palazzoni vuoti dell’area ex Margaritelli-Palazzetti e la messa nuovo dell’area attorno alla chiesa e al cva. Sono rispettivamente 47esimo e al 64esimo in classifica. I progetti sono in collaborazione con Ater e Unipg.

Un passaggio chiave per il tentativo di dare vita ai palazzi della vergogna a Ponte San Giovanni. Una partita da 4,3 milioni di euro su cui punta forte il Comune (ci ha lavorato l’assessorato all’Urbanistica) che ha partecipato al bando del ministero delle Infrastrutture e Trasporti nell’ambito del Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare (Pinqua, in sigla).