Misura cautelare dell'obbligo di dimora per una cittadina romena arrestata nei mesi scorsi

La donna aveva derubato un uomo entrando improvvisamente nella sua auto
Perugia

Il personale del Reparto Prevenzione Crimine Umbria Marche, diretto dal Vice Questore della Polizia di Stato, la Dottoressa Maria Rosaria De Luca, è intervenuto, nei mesi scorsi, in zona Stazione Fontivegge a causa della richiesta di un cittadino vittima di rapina da parte di una donna.

Nella fattispecie la vittima, un uomo italiano di 68 anni, alla guida della propria autovettura, si era trovato costretto ad arrestare la propria marcia repentinamente in quanto una donna, cittadina romena di 26 anni, improvvisamente gli si è parata davanti, tanto da indurlo a frenare bruscamente al fine di evitare un investimento pedonale.

La donna, una volta fermata l’autovettura, è entrata fulmineamente all’interno dell'abitacolo, riuscendo abilmente a sottrarre all’uomo 60 euro, tra cui alcuni effetti personali; inoltre, con violenza, ha tentato di strappare la catenina d’oro che l’uomo indossava, provocandogli evidenti escoriazioni, per poi balzare fuori ed allontanarsi al fine di far perdere le proprie tracce.

Una volta visti gli agenti, l’uomo, che era riuscito a non perdere mai d’occhio la donna, ha chiesto aiuto alle Forze dell'Ordine, indicandola.

Una volta avvicinata, al fine di poter effettuare gli accertamenti dovuti, i poliziotti sono riusciti a ritrovare, ben nascosta all’interno della borsa della donna, la somma dei 60 euro tutti accartocciati ed esattamente del taglio dichiarato dall’uomo, una carta da 50 euro ed una da 10, oltre ad altri effetti personali anch’essi precedentemente dichiarati dall’uomo.

Alla cittadina romena, risultata avere a proprio carico precedenti di Polizia specifici, veniva, all’epoca dei fatti, tratta in arresto dagli agenti del Reparto Prevenzione Crimine e messa nella disponibilità dell’A.G.

Successivamente, su disposizione del Giudice per le Indagini Preliminari a seguito di richiesta del P.M., è stata disposta e prontamente eseguita dagli agenti delle volanti la misura cautelare dell’obbligo di dimora.