Insediato la Giunta Romizi bis

Nilo Arcudi eletto residente del consiglio comunale di Perugia
Perugia

Si è insediata ufficialmente lunedì 1 luglio la giunta Romizi bis.
Il primo compito da risolvere per la nuova squadra ha riguardato l’elezione del nuovo presidente dell’assemblea. Eletto Nilo Arcudi. La maggioranza, composta da 22 membri, è stata compatta: 22 preferenze per l’ex vicesindaco, nove bianche di Pd e Giubilei e due nulle del M5s.  
La proposta in aula di eleggere Arcudi è stata fatta da Francesco Vignaroli, nuovo capogruppo di quella Progetto Perugia che è uno degli assi portanti della maggioranza. Giubilei invece ha lanciato Maddoli, mentre il ‘nuovo’ M5s del duo Tizi-Morbello ha chiesto una condivisione sul nome del presidente dell’assemblea.

 Sbrigate le formalità di rito, il sindaco Romizi ha dunque preso la parola per il suo primo intervento solo verso la fine della seduta: «Oggi mi avete emozionato, continuate ad affiancarci e appoggiarci perché bisogna rinnovare vitalità ed effervescenza».
   Romizi, oltre a ringraziare i suoi competitor Giubilei e Tizi, ha chiesto scusa «per gli errori fatti nel corso dei cinque anni e per le cose che potevamo fare meglio. Ancora ci sono notevoli problematiche, chiedo di mettere in condivisione idee, talenti ed entusiasmo perché è di questo che Perugia ha bisogno». Infine il richiamo a toni sobri e costruttivi: «Invito tutti a non squalificare l’avversario. Da parte mia lavorerò per ricomporre, ricucire e creare concordia; dove ci sono questi elementi le città sono più solide e forse anche più competitive». Il Romizi bis dunque assomiglia molto a quello che si è chiuso poche settimane fa e per i nuovi compagni di navigazione, in giunta e in consiglio, la linea di navigazione è tracciata.