Perugina, ancora nessun accordo tra Neslé e i sindacati

Fumata grigia per l'incontro di ieri nella sede di Confindustria, tutto rimandato a dopo le elezioni
Perugia

Niente di fatto per la vertenza Neslè.

Erano le 21 circa quando i sindacati di categoria hanno lasciato la sede di Confindustria in via Palermo, senza un accordo complessivo che tenga conto delle loro proposte. D'altro canto i vertici della multinazionale svizzera hanno messo sul tavolo i .

Ieri mattina i tecnici del Ministero del lavoro hanno inoltre spiegato ai manager del colosso, e al direttore della Regione Umbria, Luigi Rossetti, che sarà possibile richiedere un'ulteriore dose di cassa integrazione straordinaria ma non prima del 15 maggio.

Tutto rimandato a dopo le elezioni, con un altro governo, per una vertenza difficile portata avanti da troppo tempo.