Perugia, al via il nuovo anno scolastico

Amministrazione comunale in visita alle scuole
Perugia

Il nuovo anno scolastico per alcuni alunni è partito oggi, lunedì 9 settembre, con due giorni di anticipo rispetto al via ufficiale previsto per mercoledì prossimo. L’amministrazione comunale, come di consueto, è stata presente all’avvio delle lezioni, con la visita del Sindaco Romizi, del vice sindaco Gianluca Tuteri e di altri assessori e consiglieri nei vari plessi scolastici della città.

In particolare, il Primo cittadino ha portato il saluto e gli auguri di buon anno scolastico agli studenti della scuola elementare Pestalozzi di Fontivegge e, subito dopo, alla scuola media Pascoli di Madonna Alta, accompagnato dalla dirigente dell’Istituto Comprensivo 11 Nivella Falaschi.

Alla Pestalozzi il Sindaco si è intrattenuto sia con gli insegnanti che con il personale, oltre che con i bambini, visitando classe per classe. “Questa è una scuola importante -ha spiegato Romizi- che svolge una funzione preziosa nel quartiere ed è anche per questo che l’amministrazione comunale ha deciso di investire in un intervento strutturale e funzionale, con un finanziamento significativo a valere sul bando periferie, i cui lavori partiranno presumibilmente nell’estate 2020.”

Agli alunni della Pestalozzi e della Pascoli Romizi ha anche ribadito l’importanza dello studio per essere pronti ad affrontare le sfide della vita. A loro, agli insegnanti e anche ai genitori presenti ha confermato la vicinanza dell’amministrazione alle esigenze delle scuole con particolare riferimento alla sicurezza e fruibilità degli edifici scolastici, ricordando come l’edilizia scolastica sia una delle priorità dell’esecutivo.

Nel frattempo, anche il vice Sindaco assessore alle scuole Gianluca Tuteri si è recato, di prima mattina, alla scuola elementare Fabretti e alla media San Paolo in piazza del Drago, nonché alla scuola Valentini di Elce.

Nell’augurare agli studenti un buon anno scolastico a nome del Comune, ma anche dell’intera città, Tuteri ha preliminarmente distribuito ai ragazzi delle classi prime (elementari e medie) dei quaderni, donati da un cittadino, caratterizzati dal colore (rosso) e dal simbolo (il Grifo) di Perugia.

“La scuola – ha sottolineato il vice sindaco – può suggerire a voi ragazzi due sentimenti contrastanti, ossia da un lato la noia e dall’altro la gioia. Proprio per questa ragione il nostro compito, in qualità di rappresentanti delle Istituzioni, di insegnanti e di genitori, è di trasformare la prima sensazione di noia in gioia, facendo crescere giorno dopo giorno in voi il senso della conoscenza”.

Per raggiungere questo obiettivo – evidenzia Tuteri - è necessario che ciascuna componente si impegni al massimo, ognuna per le proprie competenze: l’Amministrazione comunale fornendo luoghi sani e sicuri, i genitori esercitando il doveroso controllo, gli insegnanti con il loro lavoro e quindi sviluppando i programmi didattici, i ragazzi mostrandosi responsabili, perché è fondamentale che mettano in campo la voglia di apprendere senza la quale non si può raggiungere alcun obiettivo.

Il percorso scolastico – ha tenuto a precisare il vice sindaco – è determinante per raggiungere i proprio sogni; in questo contesto componenti come l’istruzione, la scuola e la conoscenza sono fondamentali per diventare buoni cittadini di domani, seguendo l’esempio dei propri genitori o magari anche facendo qualcosa in più.

“Tengo a precisare che l’obiettivo che si pongono i ragazzi e gli insegnanti è lo stesso; tuttavia ciò che fa la differenza è unire questi due sogni, perché solo l’unione fa nascere un progetto reale andando oltre il mero sogno”.