‘Perugia 1416’, una data infelice per la manifestazione

Si sovrappone a Quintana e Gaite e non è un bene per il turismo
Perugia

Si parla sempre di programmazione umbra delle manifestazioni con finalità turistiche ed alla fine c’è una sorta di cannibalismo tra gli eventi che non fa bene agli sforzi complessivi degli organizzatori e neppure al turismo regionale.

La terza edizione di ‘Perugia 1416’, è stata spostata a causa dell'elezioni amministrative, ma così viene a sovrapporsi ad altre iniziative di lunga data come la Quintana di Foligno e le Gaite di Bevagna che negli anni scorsi hanno modificato le date d’inizio proprio per evitare di farsi concorrenza.

Giugno è il mese delle rievocazioni storiche in Umbria e pertanto c’è un affollamento considerevole così che i turisti dovranno scegliere tra i diversi eventi, anche perché quello perugino cade proprio nel periodo clou della Quintana cioè il 15.

Gli organizzatori del capoluogo confidano nel fatto che ‘Perugia 1416’ concentra le iniziative di giorno mentre la manifestazione folignate soprattutto di notte.

Non potevano mancare riferimenti alla politica e tra i rionali si apprezza la riconferma della giunta uscente con la quale era già stato fatto un percorso così come con l’assessore di riferimento.