Il Partito democratico dell’Umbria va a congresso il 7 novembre

Per l'individuazione del segretario regionale sarà la prima volta in cui non verrà utilizzato lo strumento delle primarie, ma si riserverà il diritto di voto ai soli iscritti
Perugia

Per il giorno 7 novembre prossimo è indetto ufficialmente il congresso del Partito democratico umbro che dovrebbe mettere fine al lungo commissariamento del partito. L'insediamento della nuova Assemblea regionale con proclamazione (solo nel caso il candidato abbia raggiunto il 50 per cento delle preferenze durante l'election day dei circoli) o elezione del nuovo segretario regionale del Pd dell'Umbria si terrà lo stesso giorno.
    Il congresso regionale del Partito democratico dell'Umbria - inizialmente previsto per marzo 2020, ma rinviato a causa dell'emergenza sanitaria - interrompe la fase commissariale avviata da ormai più di un anno e gestita dall'onorevole Walter Verini.  Già ci sono dei candidati e forse altri se ne aggiungeranno.
La commissione regionale, individuata dal commissario Walter Verini, ha adottato nei giorni scorsi il calendario per la presentazione delle candidature e per lo svolgimento dei congressi relativi ai diversi livelli organizzativi del partito.
Per l'individuazione del segretario regionale - dopo la modifica statutaria approvata dall'Assemblea nazionale Pd nel 2019 - sarà la prima volta in cui non verrà utilizzato lo strumento delle primarie, ma si riserverà il diritto di voto ai soli iscritti.
    Il termine per la presentazione delle candidature per i congressi regionale, provinciale e comunale - spiega una nota - è individuato per il giorno 28 settembre prossimo.