Il parco fluviale del Tevere fra sporcizia e degrado

La denuncia dei consiglieri comunali del Pd, Borghesi, Miccioni e Mirabassi
Argomenti correlati
Perugia

Il Pd punta il dito contro il degrado e l'incuria in cui versa il percorso ciclopedonabile del fiume Tevere.
«Ho presentato oggi - dichiara la consigliera comunale Erika Borghesi - insieme ai colleghi Leonardo Miccioni e Alvaro Mirabassi, un ordine del giorno per portare ancora una volta all’attenzione di sindaco e Giunta la situazione di degrado e di incuria in cui versa il percorso ciclopedonale lungo il fiume Tevere. Il Parco fluviale del Tevere rappresenta uno straordinario patrimonio per la città e per l’Umbria: una vasta area, molto vissuta dalla comunità, in cui poter svolgere attività sportive o ludiche per famiglie. Caratterizzato da una rete di itinerari costeggianti il fiume, realizzati negli anni passati dall’Amministrazione comunale, il percorso ciclopedonale collega l’abitato di Ponte San Giovanni a quello di Ponte Pattoli, per uno sviluppo di circa 19 km, al quale si aggiunge un ulteriore tratto di circa 4 km che va da Ponte Pattoli a La Bruna.
Negli ultimi mesi l’intero percorso versa in uno stato di degrado completo e di sporcizia, come segnalato ripetutamente all’amministrazione comunale anche attraverso lettere di sollecito ad intervenire da parte di molti cittadini che lo frequentano, in particolar modo in questo periodo con l’arrivo della bella stagione. Con questo ordine del giorno, ho inteso sollecitare il Comune ad attuare con urgenza tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e/o straordinaria necessari, al fine di salvaguardare e rendere nuovamente fruibile un patrimonio così significativo per la città di Perugia».