Saranno abbattuti due dei quattro palazzi della vergogna

Fa parte del restyling di Ponte San Giovanni
Perugia

Due dei quattro palazzi della vergogna, quelli che si trovano in via Adriatica a Ponte San Giovanni saranno abbattuti, mentre un altro verrà abbassato di diversi piani. E’ restyling di Ponte San Giovanni, la zona che da via Adriatica fino ai Loggi. Nei trenta milioni assegnati dal Ministero delle Infrastrutture e trasporti al Comune di Perugia, ci sono comprese le risorse per abbattere quei palazzoni.
Il sindaco Andrea Romizi ne è felice e l’assessore all’urbanistica Margherita Scoccia non si vergogna a dire che ha pianto. Già, perché da Roma è rimbalzata la notizia che al Comune di Perugia sono stati assegnati la bellezza di trentasei milioni di euro per mettere le mani una volta per tutte ai palazzi della vergogna di Ponte San Giovanni e per rifare intere zone del quartiere...

"Bene l'Amministrazione Comunale" dichiarano il Capogruppo di Fratelli d'Italia Michele Nannarone e il Coordinatore Comunale Riccardo Mencaglia "che, con il prezioso coordinamento dell'Assessore all'Urbanistica Margherita Scoccia ha voluto fortemente inserire i progetti di riqualificazione di Ponte San Giovanni nei bandi ministeriali."
I rappresentanti di FdI evidenziano come "i diversi luoghi oggetto di intervento, come il complesso ex Palazzetti Margaritelli di prossima demolizione, vero scempio urbanistico, hanno rappresentano negli anni una ferita aperta per l'intero quartiere, che ha pesantemente sofferto gli effetti di scelte politiche radicalmente sbagliate, che hanno condannato l'area al degrado e all'abbandono, relegandolo a divenire terreno fertile per la criminalità, come le cronache nazionali hanno purtroppo riferito."
"L'abbattimento del cosiddetto Palazzo della Vergogna, assieme a tutti i vari progetti di riqualificazione, rigenerazione urbana e sicurezza del centro abitato, segnano un deciso cambio di passo per Ponte San Giovanni e per l'intera città, aggiungendo un importante tassello nel cammino di rinascita, di rilancio e di legalità che l'Amministrazione Romizi sta portando avanti da sette anni a questa parte."