Perugia, Onaosi rischia accorpamento con altri enti e spostamento a Roma

Interessamento al problema della Presidente del Consiglio Regionale Donatella Porzi
Perugia

“L'eventualità che l'Onaosi sia accorpata ad altri Enti assistenziali, congiunta al fatto che potrebbe essere trasferita dalla sua sede storica di Perugia a quella di Roma, desta preoccupazione, non solo per la perdita di una istituzione nata e radicata nel nostro territorio, ma anche per i possibili problemi occupazionali che andrebbero a configurarsi”.

Così la presidente dell'Assemblea legislativa dell'Umbria, Donatella Porzi, che interviene sulle questioni relative al futuro della Fondazione Onaosi “le cui problematiche – spiega – mi sono state rappresentate in questi giorni da alcune delegazioni di medici e studenti”. La presidente Porzi esprime l'auspicio che la questione si risolva positivamente e garantisce il proprio personale impegno “a collaborare per il dispiegarsi di sinergiche ed efficaci iniziative in tal senso”. “I meriti e il prestigio acquisiti nel capoluogo umbro dall'Onaosi nel corso di un secolo di attività – sottolinea la Presidente - hanno permesso, a tanti stimati professionisti di poter conseguire titoli di studio e accedere al mondo delle professioni e del lavoro”