Onaosi: non verrà modificato l'attuale assetto della Fondazione

Lo afferma il Presidente Zucchelli sulla base di due incontri avuti a Roma
Perugia

L'attuale assetto dell'ONAOSI non verrà modificato. Lo assicura il presidente dell'Opera Serafino Zucchelli in un comunicato nel quale dà notizia che nella settimana scorsa si sono svolti a Roma due incontri ufficiali tra la Presidenza Onaosi rappresentata dallo stesso Presidente Zucchelli e dal Vice Presidente e il Presidente On. Lello Di Gioia e la Vice Presidente On. Titti Di Salvo della Commissione Bicamerale di Controllo. Il primo incontro con l'On. Di Gioia, che si è svolto  a Palazzo San Macuto, ha permesso di comprendere il significato della relazione della Commissione Bicamerale e gli obiettivi del successivo disegno di legge. Nel secondo incontro , svoltosi a Montecitorio il 3 marzo, l'Onaosi ha sottoposto ala On. Di Salvo coordinatrice della relazione, considerazioni politico-giuridiche che hanno permesso di focalizzare l'attenzione sul ruolo della Fondazione a favore delle categorie sanitarie e di approfondire la particolarità della sua funzione in relazione al tema più vasto delle Casse previdenziali. Il contenuto dell'incontro svoltosi in un'atmosfera costruttiva e cordiale - conclude il comunicato - " ci permette di ritenere con fondatezza che nel disegno di legge che scaturirà da tale relazione, non verrà modificato l'attuale assetto della Fondazione volto a tutelare gli interessi dei contribuenti.

Dunque, sembra allontanarsi il pericolo che l'Onaosi venga soppressa per passare sotto l'INPS. Sarà opportuno che la vicenda venga seguita con attenzione anche dalla Regione e dal Comune di Perugia che da anni ospitano questa struttura che -è da ricordarlo - vive con il contributo dei medici e dei farmacisti italiani.