Quattro umbri naufragano sulle acque calabresi, salvati in extremis

Due perugini e due folignati hanno rischiato la vita travolti dal mare forza 6
Perugia

Padre e figlio perugini, insieme a due amici di Foligno, hanno rischiato di morire in mare sulle acque calabresi.
  Luca Grossi, dentista, e suo figlio di 26 anni erano partiti con gli amici folignati dalla Sicilia diretti a Rimini su un 13 metri a motore di loro proprietà.
  Nel pomeriggio di venerdì 3 ottobre alle 16,30 l'equipaggio da Catanzaro era diretto a Crotone.
Come riporta il Corriere dell'Umbria ad un certo punto si è alzata una tramontana fortissima e da forza 3 il mare è arrivato repentinamente a forza 6 mandando in panne i motori, con il natante che ha iniziato ad imbarcare acqua.
A tre miglia dalla riva di Crotone la barca è affondata, l'ultimo a gettarsi in mare è stato proprio Luca Grossi nel tentativo vano di rendersi visibile ai soccorsi partiti nel frattempo dal molo di Crotone.
  "Abbiamo atteso 1 ora e 42 minuti - specifica Grossi al giornale -. Posso attestare con esattezza il lasso di tempo perché ho salvato il mio orologio". "La lunga attesa è stata causata racconta ancora dal fatto che motovedetta della guardia costiera si è diretta a nord invece che a sud , ma Francesco De Santis, un uomo che stava sul molo, ho saputo dopo il suo nome, è riuscito a osservare tutto con un binocolo e vedendo che i soccorsi andavano in direzione opposta li ha contattati e bene indirizzati. Abbiamo vissuto momenti di terrore in acqua in cui ho persino perso di vista tra le onde mio figlio e non sapendo che si era messo in salvo sul gommone di salvataggio ho temuto il peggio. Ho saputo di lui solo nel momento in cui i soccorsi sono arrivati dove mi trovavo". Tutti i componenti dell'equipaggio sono stati portati all'ospedale di Crotone da un'ambulanza che nel frattempo ha prestato i loro i primi soccorsi. "Siamo andati in ipotermia spiega Grossi . Mi hanno rilevato una temperatura di 31,4. Ero quello ad averla più bassa". "La barca dice Grossi la stanno ancora cercando i subacquei, speriamo di recuperarla, mi hanno assicurato che ce la faranno entro un mese".