Perugia, strage di multe con gli autovelox

Si tratta di oltre 16 contravvenzioni al giorno, ciascuna da 169 euro
Perugia

Come riporta la Nazione "sono diminuite le multe con la nuova Ztl, mentre sono aumentate di molto quelle sancite con l'utilizzo degli autovelox". La polizia locale traccia un primo bilancio di questo 2019 e i dati parlano di una importante diminuzione di sanzioni, dopo che dal 9 maggio scorso sono entrati in funzione i nuovi quattro varchi elettronici al posto di quello unico che si trovava in via Masi.
Un fatto che ha determinato il restringimento dell'area in cui si può circolare avendo a disposizione un permesso. Di fatto sono 200 in meno al mese le “fotografie” che scatta il sistema elettronico denominato Situ agli ingressi di via Baglioni, via Fanti, via del Parione e via Bonazzi.

Nei primi sei mesi del 2018 le contravvenzioni (ciascuna da 80 euro che scende a 56 se pagata entro cinque giorni) furono infatti 7.279, mentre quest'anno sono state soltanto 5.137, circa duemila in meno quindi. Quest'ultimo dato è riferito però a 5 mesi, dato che dal 7 aprile all'8 maggio dell'anno in corsó c'è stata la sospensione del funzionamento delle fotocamere, proprio per consentire agli automobilisti di 'prendere confidenza' con i nuovi varchi (la cosidetta fase di preesercizio richiesta dal Ministero dei Trasporti quando si attivano nuove aree Ztl).

Fatto sta che la media mensile che l'anno scorso era di 1.213 multe al mese, è passata a poco più di mille nel 2019. Tendenza confermata anche dalla sanzioni di giugno: 1.543 contro 1.749 dell'anno passato, con numeri più alti della media proprio perché l'estate gli accessi aumentano. Se a fine anno venisse confermata questa tendenza, ci sarebbe una diminuzione anche degli incassi, che per ora viene stimata tra i 200 e 250mila euro in meno.

Ma se da una parte sono state comminate meno multe per chi trasgredisce i limiti della Ztl, dall'altra c'è da dire che telelaser e autovelox lavorano a tutto spiano: qui il bilancio è davvero importante, visto che dal primo gennaio al 20 agosto, sono state rilevate ben 3.800 infrazioni sulle strade comunali. Si tratta di oltre 16 contravvenzioni al giorno, ciascuna da 169 euro (per superamenti del limite di velocità dai 10 ai 40 chilomentri orari), con il taglio dei punti sulla patente. Un autentico boom visto che furono soltanto 491 nel 2017 e 971 nel 2018, con un aumento che sfiora il 600 per cento su base mensile con un aumento stimato degli incassi fra i 3 e i 400mila euro.
Quindi si consiglia agli automobilisti di porre la massima attenzione ai limiti di velocità.