Movida violenta nella notte a Perugia, 20enne sfregiato con un cacciavite

Il giovane sarebbe stato aggredito per futili motivi
Perugia

Quattro aggressioni in poche ore nella notte tra sabato e domenica a Perugia, in centro storico.
In piazza Matteotti un ragazzo di 20 anni circa è rimasto gravemente ferito al volto, dopo una notte brava ed ora è ricoverato al Santa Maria della Misericordia con fratture e lesioni. Non è in pericolo di vita. Il ventenne sarebbe vittima di una lite con un altro giovane, sembra per futili motivi. Il ragazzo sarebbe stato colpito con un cacciavite. 
 A dare l’allarme sono stati altri ragazzi che hanno visto quello che stava accadendo e hanno soccorso il giovane ferito, allertando il 113. L’aggressore è scappato. Gli agenti dopo una sommaria descrizione sono sulle sue tracce. 

Sempre a Perugia tre tredicenni sono stati rapinati da una baby gang. 
Poche ore prima infatti tre tredicenni sono stati accerchiati, presi a calci e rapinati dei portafogli con dentro poche decine di euro. E’ successo non distante da via Oberdan intorno alle 20,30. I minorenni stavano andando a cena. L’aggressione è avvenuta nei pressi del Pincetto. Un gruppo di cinque ragazzini li ha spinti a terra, dopo averli coperto il volto tirandogli su il cappuccio, da dietro. A quel punto hanno chiesto loro i soldi e alla prima resistenza sono partiti con i calci. Alla fine sono riusciti nell’intento. Le vittime per fortuna se la sono cavata con qualche escoriazione. Hanno subito chiamato i carabinieri. E hanno raccontato nel dettaglio la dinamica del pestaggio con annessa rapina in caserma.
I cinque aggressori farebbero parte di na gang di giovanissimi, una ventina in tutto, che nel pomeriggio hanno stazionato nella zona.