Ex capo della omicidi di Perugia condannata a tre anni e tre mesi di reclusione

Monica Napoleoni riconosciuta colpevole di aver effettuato accertamenti abusivi su una psicologa
Argomenti correlati
Perugia

Monica Napoleoni, ex capo della squadra omicidi della questura di Perugia, è stata condannata a tre anni e tre mesi di reclusione. E’ la sentenza pronunciata in primo grado dal collegio presieduto da Roberti, giudici a latere Sconacchia e Cavedoni.
Monica Napoleoni era accusata dal pm Giuseppe Petrazzini di aver svolto accertamenti arbitrari su una psicologa nominata dal tribunale nell’ambito di una controversia con il coniuge. Secondo il pm, Napoleoni avrebbe esercitato il proprio potere per scopi personali, commettendo una serie di reati.
Con lei a processo anche la collega Stefania Zugarini, condannata a tre anni e due mesi.
Entrambe erano difese dall’avvocato Nicola Di Mario.