Maram, la ragazzina scomparsa dal 1 luglio, è tornata a casa sana e salva

Per la famiglia della quindicenne è finito finalmente un incubo
Perugia

È rientrata ieri sera intorno alle 20 Maram, la ragazzina di 15 anni scomparsa da mercoledì 1 luglio.
A dare l'allarme era stata la madre che col cuore in mano anche al nostro giornale ha raccontato: “Quel giorno Maram mi ha svegliata per chiedermi di andare in piscina io le ho dato il mio consenso. Dopo pranzo, non vedendola rientrare ho cercato di contattarla via telefono ma non mi ha risposto. Ho provato a cercarla non sono riuscita a rintracciarla. L'unica soluzione che mi  rimaneva era quella di andare a fare la denuncia di scomparsa ai carabinieri che hanno subito iniziato le ricerche”.
Sono passati degli interminabili giorni e di Maram non ha dato notizie di sé.
Tanto che la madre aveva lanciato un appello per farle sapere che “Maram sono la mamma, se per caso sei andata con qualche ragazzo torna a casa, non avere paura. Sei in italia, vicino alla tua famiglia, devi tornare a casa per favore, non ti preoccupare, fammi anche solo una telefonata, per dirmi che stai bene”.
E per essere sicura di essere ascoltata, attraverso questa testata le aveva mandato il messaggio anche in arabo: “مرام انا امك عيش بنتي كان مشيتي مع ولد  ميسالش انا مسامحاتك غير طمنيني راني متحيرا علييك كلمني متخافيش عيش بنتي”.
Ieri la bella notizia. La ragazzina ha fatto ritorno nella propria abitazione e si è giustificata dicendo che era uscita con gli amici.