Liceo Alessi, salta l’incontro con la preside

Nessun faccia a faccia con gli studenti
Perugia

Nulla di fatto nell'incontro programmato al Liceo Scientifico Alessi di Via d'Andreotto tra studenti e dirigente Laura Carmen Paladino. «La preside non c'era, siamo stati informati che mancherà fino al 9 marzo» dice al Messaggero uno dei rappresentanti di Istituto dell'Alessi, Francesco Mennelli che ha fatto parte della delegazione che proprio durante la manifestazione ha incontrato la preside Paladino per esporre le motivazioni della protesta focalizzata in otto punti per esprimere un generale «disagio accusato durante quest'anno scolastico».
«E' tutto fermo, non è stata revocata nemmeno la disposizione sul Covid-19», aggiunge lo studente facendo capire il disagio dei sui compagni di liceo che venerdì scorso si sono mobilitati per protestare nei confronti dell'operato del dirigente. Una mossa che aveva permesso di avviare, nella stessa giornata, un confronto studentidirigente che sarebbe dovuto proseguire ieri mattina. Sarebbe, perché la preside ieri è mancata all'appuntamento.
 «La situazione è alla nostra attenzione e la stiamo valutando», disse sabato la dirigente dell'Usr Antonella Iunti che infatti sollecitata dal Consiglio d'Istituto ha risposto rapidamente solo sul merito delle disposizioni urgenti emanate dalla preside. E all'attenzione dell'Usr ci sarà anche questa novità dell'assenza delle preside. Anche perché ci sono da ripristinare, in particolare, i corsi di recupero la cui sospensione è stata una dei motivi principali dello scontro con i collaboratori e successivamente con gli studenti che auspicano una rapida svolta nella ripresa delle attività e nella (ri)nomina dei vicepresidi. Ieri, quasi naturalmente, studenti e personale si sono rivolti al vecchio staff di presidenza che si è dimesso, in particolare all'ex vice Catia Crisafi che per senso di responsabilità ha ascoltato e fatto quel che ha potuto senza però prendere decisioni.