All'Itts Volta si affronta il problema della plastica con il metodo Pbl

Fino al 16 novembre la scuola perugina ospita docenti e studenti di vari Paesi europei
Perugia

Fino a sabato 16 novembre l’Istituto tecnico tecnologico statale (Itts) ‘Alessandro Volta’ di Perugia ospita il primo incontro operativo del progetto Erasmus plus ‘Problem based learning - Real life approach’. Per l’occasione, la scuola perugina accoglie un gruppo di 6 docenti e 15 studenti provenienti da Germania, Portogallo e Croazia, impegnati a lavorare intorno ad un problema reale e attuale e cioè l’eccessivo uso di plastica all’interno delle varie comunità scolastiche. Dopo un primo incontro organizzativo tenutosi a Francoforte, questo appuntamento rappresenta la prima occasione di lavoro pratico con il metodo Pbl. Noto anche come ‘apprendimento orientato ai problemi’, il metodo Pbl è una forma di studio che stimola gli studenti a trovare una soluzione a un determinato problema in maniera indipendente, attraverso l’osservazione, l’analisi e la ricerca di soluzioni adeguate. Un metodo di insegnamento e apprendimento che va ad integrarsi con quelli tradizionali e che dovrebbe promuovere l’acquisizione di conoscenze utilizzabili in modo flessibile e lo sviluppo di competenze interdisciplinari, migliorando la capacità di risoluzione dei problemi.

Ogni giorno, dalla mattina fino al tardo pomeriggio, tante attività, incontri e confronti tra docenti e alunni, che per l’occasione sono ospitati dalle famiglie degli studenti perugini. Spazio anche alla conoscenza culturale del territorio, con momenti dedicati a visite guidate a Perugia, Todi, lago Trasimeno e Firenze.