Tennis, Cobolli passa al secondo turno degli Internazionali Città di Perugia

Il romano classe 2002 ha battuto in rimonta il kazako Dmitry Popko
Perugia

Tre ore di gioco, tre match point annullati. Comincia con il brivido l’avventura di Flavio Cobolli agli Internazionali di Tennis Città di Perugia | G.I.Ma. Tennis Cup “Memorial Alfredo Mignini”. Il romano classe 2002 ha battuto in rimonta il kazako Dmitry Popko con il punteggio di 2-6 7-5 7-6(3), staccando il pass per il secondo turno del Challenger organizzato da MEF Tennis Events.

Cobolli al secondo turno - Crampi e soddisfazione: è ossimorico il post partita del talento capitolino. “Non ho iniziato bene il match - ammette Cobolli -, ma fino all’ultimo ho creduto nella possibilità di vincere. Il servizio mi ha aiutato ad uscire fuori dai momenti più delicati dell’incontro, e ciò è significativo: fino a pochi mesi fa non era il mio forte, sono migliorato tanto. Ci tengo a dedicare questo successo a Matilde, la mia ragazza, che ha avuto un incidente e spero possa presto tornare a sostenermi a bordocampo”. Due mesi fa il numero 369 del mondo ha raggiunto a Roma la sua prima finale Challenger, poi a Parma ha superato per la prima volta un turno nel tabellone principale di un torneo ATP. Ma la strada, secondo il diretto interessato, è ancora molto lunga: “Sono ancora indietro, ma vincere partite così è fondamentale. Obiettivi? Migliorare. Nella mia giovane carriera mi è successo più volte di accontentarmi. Ora mi sento maturo in tutti i sensi, considerando anche gli esami di maturità che ho superato a giugno. Non voglio fermarmi”.

Rune non si nasconde - Nel match of the day è il danese Holger Rune a prevalere ai danni della quinta testa di serie, Thomas Fabbiano, con lo score di 6-1 4-6 6-2: “Sono rimasto sorpreso in positivo della mia partenza, ma nel secondo set sono calato e il mio avversario ne ha approfittato. Fortunatamente ho ritrovato ordine, poi, nel parziale decisivo e ho portato a casa la sfida”. Ex numero 1 del mondo Junior, il diciottenne di Gentofte vive un periodo esaltante culminato nel trionfo del Challenger di Biella 7 e nel best ranking di numero 219 del mondo. E ha le idee molto chiare: “Voglio chiudere la stagione in top 100 ATP. Mi alleno ogni giorno dando il massimo per raggiungere i miei obiettivi. Conosco le difficoltà del circuito maggiore ma sono consapevole di avere i mezzi per far bene”. In chiusura un pensiero all’Europeo di calcio, in cui la Danimarca giocherà la semifinale contro l’Inghilterra: “L’episodio di Eriksen nella prima partita è stato scioccante. Sono contento che si sia ripreso. Spero che i ragazzi facciano l’impresa contro gli inglesi: sarebbe un sogno vederli alzare al cielo il trofeo”.

Avanzano anche Gian Marco Moroni, Zhizhen Zhang, Vitaliy Sachko, Renzo Olivo, Nerman Fatic, Lukas Klein, Nino Serdarusic e Timofey Skatov.

I risultati di martedì 6 luglio

Primo turno tabellone principale
Zhizhen Zhang b. Francesco Passaro 3-6 6-3 6-2
Vitaliy Sachko b. Andrej Martin 6-3 3-6 6-2
Holger Rune b. Thomas Fabbiano 6-1 4-6 6-2
Flavio Cobolli b. Dmitry Popko 2-6 7-5 7-6(3)
Renzo Olivo b. Giulio Zeppieri 6-7(5) 7-5 6-2
Nerman Fatic b. Pedro Cachin 6-4 7-6(5)
Lukas Klein b. Riccardo Bonadio 6-1 7-6(4)
Gian Marco Moroni b. Evan Furness 2-0 rit.
Nino Serdarusic b. Andrea Pellegrino 6-3 6-3
Timofey Skatov b. Lorenzo Giustino 1-6 7-6(5) 6-0