Ottomila umbri a letto con l’influenza

La sindrome sta contagiando soprattutto i più piccoli, con 45 bimbi su mille pazienti
Perugia

In Umbria, dai dati raccolti con il sistema di sorveglianza nazionale risultano circa 8mila casi i soggetti affetti da tale patologia. Mentre ammontano a 40mila gli ammalati dall'inizio della sorveglianza. Anche quest'anno, il maggior numero di casi  si concentra nelle classi di età  0-4 anni ed è molto minore negli ultrasessantacinquenni che, peraltro, sono vaccinati in misura superiore al 70 cento.
La sindrome sta contagiando soprattutto i più piccoli, con 45 bambini su mille pazienti.
Il sistema di sorveglianza dell'influenza, attivo ormai da diversi anni durante le ricorrenti epidemie influenzali stagionali, è realizzato tramite un protocollo nazionale  chiamato "Influnet" al quale partecipa anche la Regione Umbria attraverso un gruppo di medici (di medicina generale e  pediatri) detti medici "sentinella". Il sistema prevede l'invio settimanale, per via informatica, dei dati sulle sindromi influenzali rilevate che vengono diagnosticati come casi di influenza. I dati raccolti vengono regolarmente elaborati dall'Istituto Superiore di Sanità e sono pubblicati in un rapporto settimanale che è consultabile anche sul sito internet del Ministero della Salute.