Incendia cassonetti in via Gallenga, arrestata donna italiana

Non si esclude il suo coinvolgimento in episodi analoghi avvenuti a Perugia
Perugia

Nella serata di ieri, intorno alle ore 21:30, agenti della Squadra Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Perugia sono intervenuti, su segnalazione di personale dei Vigili del Fuoco, in via Gallenga, all’interno di una vasta area di parcheggio condominiale, dove era in corso un incendio di alcuni cassonetti adibiti alla raccolta dei rifiuti.

Sul posto i poliziotti, intervenuti tempestivamente, identificavano una ragazza italiana individuata sotto i portici antistanti i cassonetti.
Sottoposta a perquisizione veniva reperito, all’interno dello zaino indossato dalla donna, un vero e proprio necessaire per accendere il fuoco.

Alla luce di tali elementi indizianti la donna veniva tratta in arresto.

L’approfondimento immediato degli accertamenti sulla persona, svolti dagli operatori della Volante, e sull’area interessata dalla combustione effettuati da personale della Polizia Scientifica, ha permesso di ipotizzare un collegamento di eventi ad altre indagini in corso di svolgimento, circa episodi analoghi avvenuti, negli ultimi tempi, nel capoluogo umbro.
Al riguardo sono in corso ulteriori approfondimenti.

L’Autorità Giudiziaria, informata dell’avvenuto arresto, disponeva la traduzione della donna presso il Carcere di Capanne in attesa dell’udienza di convalida.