Il cardinale Gualtiero Bassetti ha lasciato il reparto di terapia intensiva

Confermato il “lieve miglioramento” del suo stato di salute annunciato dai medici nel bollettino diramato il 13 novembre dalla direzione dell’ospedale
Argomenti correlati
Perugia

Il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei e arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, ha lasciato il reparto di terapia intensiva dove si trovava dal 3 novembre a causa del coronavirus. Il trasferimento nel reparto Covid di medicina d’urgenza dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, in cui il porporato è stato ricoverato dallo scorso 31 ottobre, è stato reso noto dall’ufficio stampa dell’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve attraverso le parole del vescovo ausiliare, Marco Salvi. «È una notizia confortante sapere che il cardinale Bassetti sia stato appena dimesso dalla terapia intensiva – ha commentato Salvi – perché conferma il “lieve miglioramento” del suo stato di salute annunciato dai medici nel bollettino diramato il 13 novembre dalla direzione dell’ospedale. Il quadro clinico resta comunque serio e il cardinale necessita di un costante monitoraggio e di cure appropriate. Per questo è necessario proseguire incessantemente nelle preghiere per il nostro pastore, per tutti i malati e per gli operatori sanitari che si prendono cura di loro. A questi va il nostro più sentito ringraziamento e apprezzamento per quanto fanno quotidianamente nell’alleviare le sofferenze dei tanti pazienti».

Al cardinale Bassetti vanno gli auguri di pronta guarigione della redazione del quotidianodellumbria.it