Gesenu torna nella la white list della prefettura

Attribuito il massimo rating per il rispetto della legalità
Perugia

Come riporta oggi il Corriere dell'Umbria, Gesenu torna nella la white list della prefettura.
L'attribuzione del rating di massimo rispetto della legalità da parte della Gesenu, a seguito di verifiche esperite, anche nei confronti del socio privato Socesfin, con esito negativo, volte ad accertare l'insussistenza di condizioni ostative ex Dlgs 159/2011, ha legittimato l'iscrizione nella white list e quindi nell'elenco dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori non soggetti a tentativi di infiltrazione mafiosa operante nei settori esposti maggiormente a rischio.
"L'iscrizione nella whit list - il commento del presidente Wladimiro De Nunzio - premia il percorso di rinnovamento avviato dalla c.d. Nuova Gesenu con il cambio della compagine sociale e proseguito con un intenso lavoro di riorganizzazione aziendale improntato a principi di legalità e trasparenza". Va ricordato che l'iscrizione alle liste è volontaria e dura 12 mesi. Una delle logiche che ispira il testo è ridurre il carico burocratico per le imprese: nella domanda esse devono solo indicare i settori di attività e il proprio indirizzo di posta elettronica.
"Si tratta di un risultato importante hanno tenuto a sottolineare sia il sindaco Andrea Romizi che l'assessore Cristina Bertinelli che, da un lato, testimonia la bontà del lavoro svolto dai vertici dell'azienda, dall'altro, ridà fiducia alla città intera. Ci congratuliamo con tutti per essere riusciti a ottenere il reinserimento nell'elenco dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa".