Caso Gesenu gestione temporanea e straordinaria per Gesenu e Gest

Disposta da prefetto "limitatamente a contratti in corso"
Perugia

Il Prefetto di Perugia, Antonella De Miro, ha disposto ieri  la gestione straordinaria per la  Gesenu e la Gest, recentemente raggiunte da informazioni interdittive antimafia. 

In una nota la prefettura ha spiegato che sono stati nominati amministratori straordinari di entrambe le società limitatamente alla prosecuzione e al completamento dei contratti in corso, per un periodo temporaneo di  sei mesi dall'insediamento, il dottor Salvatore Santucci, revisore dei conti con "maturata esperienza" di valutazione aziendale, corporate finance e restructuring, il dottor Donato Mario Pezzuto, commercialista con numerose esperienze come amministratore giudiziario e curatore fallimentare, e l'avvocato dello Stato a riposo Antonio Mancini.

I provvedimenti di commissariamento sono stati adottati, sentito il presidente dell'Autorità  nazionale anticorruzione, a conclusione del procedimento di verifica della sussistenza dei presupposti di interesse pubblico per l'attivazione delle misure straordinarie di gestione, sostegno e monitoraggio. Nel corso del quale, anche in occasione della Conferenza di servizi in Prefettura il 12  era emersa "l'esigenza di garantire la prosecuzione di funzioni e servizi indifferibili la cui interruzione, trattandosi di attività collegate all'igiene urbana ed alla raccolta e smaltimento dei rifiuti, andrebbe ad incidere gravemente su diritti fondamentali costituzionalmente garantiti, oltre a poter determinare un rilevante impatto sui livelli occupazionali della provincia".