“Adotta un gatto”, dare mandato allo Sportello a 4 zampe di promuovere la campagna

Il Consiglio provinciale approva ordine del giorno di Michelini
Perugia

La consigliera provinciale Letizia Michelini ha avanzato una proposta, contenuto nell'ordine del giorno, di "dare mandato allo Sportello a 4 Zampe di contattare associazioni che che si occupano di gattili, per organizzare e promuovere la campagna “adotta un gatto”, rivolta in particolar modo agli anziani del territorio, diffondendola attraverso i canali dello Sportello”. La proposta ha incontrato il voto favorevole del Consiglio provinciale di Perugia.

Lo scopo è quello di migliorare le condizioni di vita degli animali e di lenire il senso di solitudine delle persone anziane, rendendo queste ultime consapevoli della propria utilità ad aiutare esseri in difficoltà, una situazione che è aumentata sensibilmente a causa dell'emergenza Covid. che ha contribuito a incrementando il senso di solitudine e di estraneità rispetto al contesto sociale di riferimento.

E’ ormai appurato che la pet therapy per gli anziani migliora considerevolmente le condizioni di vita della persona stimolandone sia il benessere fisico che psicologico.

Inoltre, il Ministero della Salute ha decretato che la pet therapy per gli over 65 ha lo scopo di mantenere il contatto fra le persone e gli animali, riducendo efficacemente il senso di solitudine tipico della popolazione più anziana, che conduce spesso alla depressione patologica.

Nella Provincia di Perugia è tuttora attivo lo Sportello a 4 zampe, riferimento comunicativo importantissimo per quanto riguarda la situazione della fauna in Umbria, in particolare di quella domestica, avendo al suo attivo oltre 200mila utenti e collaborando attivamente, nel campo della tutela della fauna, con Regione, Asl competenti per territorio, Associazioni.

Tale iniziativa dovrà essere promossa e si chiede di trasmettere la Dichiarazione Universale dei diritti degli animali per la divulgazione tramite affissione o pubblicazione via Web a tutti gli Enti e soggetti e in tutte le sedi ritenute più opportune, sedi provinciali e comunali, Asl, Uffici veterinari, Università, Associazioni.