Rintracciati in un albergo, la Polizia li trova in possesso di armi e un cellulare rubato

Dalle ricerche è emerso che uno dei due era ricercato per dei furti commessi in Germania
Perugia

Proseguono i controlli finalizzati al contrasto dei reati predatori disposti dal Questore di Perugia Giuseppe Bisogno.
La mattina del 25 febbraio i poliziotti della Volante hanno rintracciato, durante un controllo all’interno di un albergo di Ponte Valleceppi, due cittadini rumeni di 37 e 33 anni.
Dai controlli sono risultati entrambi gravati da pregiudizi per reati contro il patrimonio nonché possesso di armi od oggetti atti ad offendere.
In particolare, a carico del 33enne è emerso un mandato d’arresto europeo emesso dalla Germania in conseguenza della commissione in territorio teutonico di reati contro il patrimonio.
Alla luce delle circostanze, gli agenti hanno proceduto con la perquisizione trovando, nella stanza occupata dai due, i rispettivi zaini all’interno dei quali vi erano guanti in tessuto con palmo in lattice, torce e ricetrasmittenti. Nell’armadio inoltre, si è stato rinvenuto un telefono cellulare nuovo, ancora nell’imballo originale ed una smerigliatrice.
Nell’auto lasciata in sosta fuori dall’albergo, i poliziotti trovavano copricapo neri.
Condotti entrambi in Questura, per il 33enne è scattato l’arresto e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, completata la procedura e ricevuto il provvedimento emesso dalle Autorità tedesche, è stato associato al carcere di Capanne.
Entrambi sono inoltre stati denunciati a piede libero per possesso di arnesi atti allo scasso e ricettazione.