Perugia dà l’ultimo saluto al suo amato sindaco Giorgio Casoli

Le esequie celebrate in duomo alla presenza di cittadini e autorità istituzionali
Perugia

Perugia ha dato l'ultimo saluto a Giorgio Casoli (Fabro 1928-Perugia 2019) nella cattedrale di San Lorenzo, dove le esequie sono state celebrate alla presenza di cittadini e rappresentanti delle istituzioni pubbliche.


Accanto all’altare è stato posto il gonfalone con medaglia d’oro del Comune, di cui l’alto magistrato era stato primo cittadino dal 1980 al 1987.
Giorgio Casoli era molto amato dai perugini, senatore e sottosegretario del governo italiano, consigliere del leader del Psi Bettino Craxi, è rimasto nella memoria di tanti come “il sindaco del sorriso”. Il parroco che ha celebrato l’omelia ha ricordato la sua grande “generosa disponibilità”.

Nella cattedrale gremita anche un gran numero di esponenti della massoneria perugina. La loggia perugina “Ver sacrum” ha fatto affiggere un necrologio per tutta la città dove vengono rimarcate “le straordinarie qualità morali, professionali, civili e spirituali” di Giorgio Casoli, mentre il collegio dei maestri venerabili dell’Umbria, guidato da Luca Nicola Castiglione, ne sottolinea lo spessore “di uomo libero e di grande massone”.

Casoli lascia la moglie Rosalia, i figli avvocato Angiolo, Carmen e Manuela, i generi e gli amatissimi nipoti.
A tutta la famiglia l'editore Luigi Piccolo porge le sue più sentite condoglianze.