Coronavirus, nella casa di riposo di Fontenuovo 67 casi tra personale e ospiti

Il primo tampone positivo è del 17 ottobre, effettuato su un operatore del servizio civile
Argomenti correlati
Perugia

Nella casa di riposo di Fontenuovo a Perugia si registrano numerosi contagi da Coronavirus. Il primo tampone positivo è del 17 ottobre, effettuato su un operatore del servizio civile, che ha attivato così una serie di approfondimenti diagnostici sul personale e sugli anziani ospiti della struttura trasformatasi così in un focolaio.
Tra sabato e domenica è morta un’anziana ospite positiva al Covid. Si è aggravata per una crisi respiratoria ed è stata portata d’urgenza in ospedale. Lì il decesso. Nella residenza per anziani perugina, tra le più grandi dell’Umbria, al momento risultano contagiati 52 assistiti su circa 90 e 15 operatori.
"D’intesa con la Direzione di Distretto Sanitario - si legge in una nota firmata dalla direzione sanitaria della residenza protetta - è in atto il monitoraggio dello stato di salute degli ospiti in collaborazione con la Usca di riferimento; la maggior parte degli ospiti non presenta attualmente sintomi di malattia da Covid-19; agli ospiti sintomatici in condizioni cliniche stabili sono prestate le cure del caso in RP; coloro che si presentano clinicamente instabili sono inviati in ospedale, per i trattamenti di secondo livello".
"I familiari degli ospiti - si legge ancora nella nota - sono stati raggiunti tempestivamente dalle comunicazioni del caso e non hanno mancato, pur se comprensibilmente in apprensione, di fare sentire il loro sostegno agli operatori socio-sanitari della RP. Lo staff direzionale e il Personale di Fontenuovo, pur nella estrema difficoltà del momento, garantiscono tutti i servizi di assistenza all’interno della Residenza riuscendo a sopperire anche all’assenza dei colleghi attualmente contagiati".