Dal sostegno alla popolazione anziana alla valorizzazione del patrimonio artistico

Aperti due nuovi bandi della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia
Perugia

Azioni di welfare a sostegno degli anziani e iniziative per la valorizzazione del patrimonio artistico e la promozione della cultura. Sono i temi al centro dei due nuovi bandi a tema pubblicati in questi giorni dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e inseriti nel programma 2020 in risposta ad alcune delle principali criticità e fragilità rilevate nel territorio.

Aperto lo scorso 1 febbraio il bando “Welfare di prossimità per la popolazione anziana” nasce per incentivare progetti innovativi volti a contrastare i crescenti bisogni delle persone anziane del territorio e dei propri familiari, offrendo loro nuove modalità di sostegno e cura, nuovi servizi e interventi, occasioni di socializzazione contro il rischio della solitudine, possibilità di essere assistiti in casa propria.

Le proposte progettuali dovranno avere un impatto positivo e di lungo termine nella vita delle singole persone o nel contesto in cui agiscono, in particolar modo focalizzandosi sulla prevenzione dell’isolamento sociale e del decadimento fisico e cognitivo e sulle attività di sostegno psicologico, inclusione e assistenza domiciliare che contribuiscano ad ampliare l’offerta e la capacità del sistema territoriale di rispondere ai bisogni presenti e prevenire forme di disagio emergenti.  Destinato agli Enti del Terzo settore il bando, che scade il 24 aprile 2020, mette a disposizione 140mila euro.

Si rivolge invece agli Enti pubblici e privati il bando “Valorizzazione del patrimonio storico-artistico e promozione della cultura” con scadenza 20 marzo 2020. Come recita il titolo stesso il bando, per il quale sono stati stanziati 150mila euro, nasce con l’obiettivo di incentivare lo sviluppo di progetti volti alla promozione della cultura attraverso la valorizzazione dei beni culturali. In particolar modo verranno premiate azioni che siano in grado di mettere in moto attività educative, di conoscenza e di promozione del territorio e che abbiano come obiettivo la promozione di un turismo qualificato e consapevole.

“Per entrambi i bandi  - commenta il presidente Giampiero Bianconi - ai fini dell’assegnazione dei contributi la Fondazione privilegerà i progetti ben definiti, che siano in grado di raggiungere anche un elevato livello di sostenibilità nonchè la capacità di fare rete, coinvolgendo più realtà del territorio così da favorire il moltiplicarsi delle buone pratiche e di circuiti virtuosi”.

Le domande possono essere presentate esclusivamente attraverso la procedura online disponibile sul sito