La finanza sequestra 900 dosi di hashish

Arrestato un cittadino di origini tunisine, già gravato da precedenti specifici
Perugia

Sequestrate 900 dosi di hashish. Il blitz è stato condotto in porto dagli investigatori della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Perugia. I finanzieri hanno arrestato un cittadino di origini tunisine, già noto in quanto gravato da precedenti specifici, per detenzione di sostanze stupefacenti destinate allo spaccio.
I militari, dopo aver rivolto l'attenzione sul nordafricano per via del suo atteggiamento sospetto, hanno fatto scattare l'ispezione personale, rinvenendo immediatamente un grosso "panetto" di 100 grammi di hashish che, all'esito delle analisi di laboratorio, è risultato contenere un elevato quantitativo di principio attivo, tanto da consentire il confezionamento di circa 900 dosi, per un guadagno stimato in circa 2.000 euro.
Lo straniero, dopo l'arresto, su disposizione del pubblico ministero di turno, è stato condotto a casa per il successivo giudizio direttissimo, all'esito del quale, in attesa della sentenza, è stata applicata nei suoi confronti la misura cautelare dell'obbligo di dimora serale.