Protocollo d’intesa tra Federfarma Umbria, Anci Umbria e Federsanità Anci Umbria per rafforzare la comunicazione sui servizi al cittadino

Luciani e Toniaccini: “Intendiamo consolidare il peso della territorialità”
Perugia

Questa mattina, lunedì 25 gennaio, è stata sancita un'importante collaborazione tra Federfarma Umbria, Anci Umbria e Federsanità Umbria, nell’ambito della comunicazione di servizi al cittadino.

Il primo step sarà la diffusione della campagna di informazione/promozione sull’accordo sottoscritto da Regione Umbria e farmacie pubbliche e private convenzionate per effettuare test antigenici rapidi alla popolazione studentesca e al personale docente e non docente delle scuole secondarie di secondo grado.

“Con questo accordo – hanno dichiarato il presidente di Federfarma Umbria e di Federsanità Umbria, rispettivamente Augusto Luciani e Michele Toniaccini – intendiamo sensibilizzare i cittadini sull’importanza dello screening, come ulteriore strumento a contrasto della diffusione del Covid -19, ma più in generale diamo vita a una sinergia tesa a far conoscere e ad avvicinare la popolazione a tutti quei servizi per loro essenziali. Intendiamo rafforzare il ‘peso’ della territorialità nei processi che chiamano in causa i bisogni della collettività, a maggior ragione in un momento così difficile e delicato come quello che stiamo attraversando a causa del proliferare della pandemia”.

All’incontro, avvenuto nella sede di Federfarma Umbria a Perugia, hanno partecipato anche il segretario Gianluca Ceccarelli, il direttore generale Franco Baldelli di Federfarma Umbria e il segretario generale di Anci Umbria, nonché direttore di Federsanità Umbria, Silvio Ranieri.