Vaccini in farmacia, per ora tutto rinviato

Nessun accordo fra dottori e farmacisti per cercare di aumentare il numero delle inoculazioni
Perugia

Non si è trovato il punto di accordo fra farmacisti, medici di famiglia e Regione, per cercare di aumentare il numero delle inoculazioni delle fiale di vaccini anti Covid.  

Intanto il problema più grosso riguarda ancora la scarsa disponibilità delle dosi. A questo si aggiunge poi il fatto che non si è trovata nessuna intesa sul piano economico.

A quanto sembra i medici percepiscono 8 euro a vaccino e dunque se si desse la possibilità anche ai farmacisti di inoculare le dosi la cifra dovrebbe essere divisa.

Con questa cifra però sia Federfarma che Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale) ritengono di non poter rientrare nelle spese . Per questo al momento si è deciso di rimandare il tutto a data da destinarsi.