Espulso pusher albanese

In totale, sono 114 i provvedimenti di espulsione emessi dall’inizio dell’anno a carico di altrettanti stranieri.
Perugia

Nella giornata di ieri personale della Questura di Perugia ha eseguito con accompagnamento alla frontiera il provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto di Perugia Dr. Gradone a carico di un cittadino albanese.

Lo straniero, classe ’99, era entrato in Italia a febbraio di quest’anno per dichiarati motivi di turismo, ma ad aprile era stato fermato da personale dell’Arma dei Carabinieri che, a seguito di controllo, aveva sequestrato a suo carico 50 gr. di cocaina e 19 di marijuana.

Tratto in arresto, l’uomo era stato sottoposto a rito direttissimo conclusosi con condanna a due anni e sei mesi.

A suo carico fu immediatamente emesso provvedimento di espulsione che non fu possibile eseguire in costanza di emergenza legata al Covid-19.

Nuovamente rintracciato nella giornata di ieri da personale della Polizia Stradale, lo straniero è stato accompagnato alla frontiera aerea di fiumicino ove è stato rimpatriato con volo diretto a Tirana.

Salgono così a 5 (4 albanesi ed un tunisino) le espulsioni attuate con accompagnamento in frontiera dal 26 giugno che si aggiungono alle 13 (1 moldavo, 6 albanesi, 3 tunisini, 1 macedone, 1 bosniaco ed un marocchino) effettuate dall’inizio dell’anno e fino alla chiusura legata all’emergenza Coronavirus.

In totale, sono 114 i provvedimenti di espulsione emessi dall’inizio dell’anno a carico di altrettanti stranieri.