Quattro stranieri rimpatriati dalla Questura di Perugia

Gli espulsi sono un nigeriano, un salvadoregno e due tunisini
Perugia

Nell’ambito dei  controlli straordinari e delle lunghe scorte per rimpatriare gli stranieri irregolari rintracciati, in due giorni la Questura di Perugia ha proceduto al rimpatrio di quattro elementi. 

Si è trattato di  uno spacciatore nigeriano, da anni radicato sul territorio, rintracciato dai Carabinieri a Bastia Umbra nell’ambito dei mirati servizi di controllo del territorio e di un salvadoregno, scarcerato dopo una lunga detenzione. Entrambi sono stati accompagnati ad un CIE dove attenderanno il rimpatrio. 

Ieri  hanno lasciato la città con una nutrita scorta anche due pericolosi tunisini rintracciati ieri pomeriggio dalla Volanti a Fontivegge. Uno era una vecchia conoscenza, con numerosi precedenti di polizia, qualche anno fa molto attivo in città nello spaccio su strada e successivamente trasferitosi a Padova: il suo ritorno in città è stato subito interrotto da un provvedimento di espulsione con accompagnamento immediato.  Il secondo era invece un perfetto sconosciuto sia ai Poliziotti di Perugia che alla Banca Dati delle Forze di Polizia: vuol dire che è arrivato in città di recente violando i controlli di frontiera Italiani o di qualche altro paese della U.E. . Entrambi sono stati consegnati ad un CIE per il prossimo rimpatrio.