Picchia la fidanzata e le porta via il passaporto

La Polizia denuncia 31enne ecuadoriano
Argomenti correlati
Perugia

La polizia ha denunciato un 31enne ecuadoregno che durante un diverbio con la fidanzata l'aveva percossa e poi aveva messa a soqquadro l'appartamento. Alla fine le aveva portato via il passaporto. La loro relazione continuava da circa un anno ma, fin da subito, il rapporto era stato caratterizzato da alti e bassi legati ai furiosi litigi che scaturivano per ragioni di gelosia. Qualche tempo fa, la violenza del litigio aveva spinto i vicini di casa a chiedere l’intervento dei Carabinieri, ma in nessuna occasione la donna aveva chiamato la Polizia o si era recata in ospedale a seguito delle percosse subite. Il culmine si è avuto la scorsa notte, allorché una cittadina brasiliana dell’87, ha chiamato la Polizia chiedendo aiuto perché il suo fidanzato bussava con forza alla porta d’ingresso del suo appartamento e voleva entrare. Arrivati nel luogo di residenza della straniera in località Prepo, gli agenti hanno trovato la casa a soqquadro e la vittima visibilmente scossa. La donna riferiva ai poliziotti che, come spesso accadeva, aveva ospitato il suo fidanzato, un ecuadoriano dell’85, nella propria casa ove era rimasto tutto il giorno. Durante la sua permanenza, però, era scoppiato l’ennesimo litigio e lui, secondo il racconto della donna, l’avrebbe percossa e afferrata per il collo, apostrofandola con frasi offensive. Durante il litigio, l’uomo avrebbe anche danneggiato il telefono della compagna per non permetterle di chiedere aiuto e, andandosene dall’appartamento, si era portato via il computer della donna asserendo di volerlo bruciare. La vittima, appena allontanatosi l’uomo, aveva contattato il 113 ma all’arrivo della pattuglia lo straniero si era già allontanato. Rintracciato nei pressi della sua abitazione di Corciano, l’ecuadoriano veniva trovato in possesso sia del passaporto che del computer della fidanzata. Accompagnato in Questura per gli accertamenti di rito, lo straniero è stato denunciato a piede libero per furto e percosse.