Cassa integrazione in deroga Covid, l’Umbria ha terminato i soldi

Mille lavoratori rimasti senza copertura
Perugia

I 42 milioni di euro stanziati dal governo per le prime nove settimane di cassa integrazione in deroga (causa Covid) dell'Umbria sono terminati. Lo riporta oggi , riferendo anche che ci sono oltre 500 domande ancora in fase di elaborazione, per un totale di circa mille lavoratori al momento senza copertura.
Il periodo di cig in deroga che passa per le Regioni (col decreto rilancio se ne occuperà esclusivamente l'Inps) pur avendo esaurito la durata temporale lo sorso sabato prevede la possibilità di presentare domanda fino a fine agosto. Questo perché c'è la possibilità si usufruire anche solo in parte del periodo previsto. La Regione ha messo nero su bianco l'evidenza dell'esaurimento dello stanziamento governativo. E ha chiesto ulteriori fondi, anche con la possibilità di sbloccare gli oltre 20 milioni di residui derivanti da precedenti fondi cigd non utilizzati prima dell'emergenza Covid.