Droga inviata per posta, 106 ordini dall’Umbria

Cinquanta chili quella complessivamente sequestrata
Perugia

Droga nascosta nella corrispondenza, dentro i bigliettini di auguri, incollata alle cartoline, racchiusa tra le pagine di libri e persino nelle confezioni di cerotti. I funzionari dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli di Milano 3 e i militari del Gruppo della Guardia di Finanza dell’Aeroporto di Linate hanno trovato e sequestrato una grande quantità di droga di vario tipo nascosta nella corrispondenza postale, proveniente soprattutto dall’Olanda e destinata a consumatori residenti un po’ in tutt’Italia, anche umbri.

Cinquanta chili quella complessivamente sequestrata, 106 le missive dirette in Umbria su un totale di 6.683 destinate un po’ a tutte le regioni d’Italia. L’operazione di polizia ha consentito finora di rilevare come gli stupefacenti, probabilmente ordinati via web, transitino ogni giorno dentro buste prive dell’indicazione del mittente, unitamente a migliaia di lettere di corrispondenza in attesa di smistamento presso il centro postale di Linate. Gli accertamenti vanno avanti in collaborazione anche coi Reparti della Guardia di Finanza competenti per territorio.