Perugia: è morto Don Leonello

Il sacerdote era stato colpito dal Covid-19
Argomenti correlati
Perugia

Si è spento Don Leonello Birettoni, 80 anni a gennaio, colpito dal Covid mentre era ospite (dal 2015) presso la RSA di Fontenuovo a Perugia, dove recentemente si è acceso un preoccupante focolaio del virus.

Don Leonello era conosciuto per essere un sacerdote altruista e sempre pronto ad aiutare i più deboli, in particolar modo gli immigrati.

Sacerdote dal 1965, si è sempre battuto per l'accoglienza degli stranieri, attività che aveva suscitato non poche polemiche negli anni 2000 all'interno del quartiere dove operava come sacerdote, la Pallotta, i cui residenti si erano spesso lamentati per la presenza degli immigrati.

"Sono venuti a mancare in due giorni due confratelli e compagni di seminario - afferma Monsignor Fausto Sciurpa, presidente del Capitolo della cattedrale di San Lorenzo - don Leonello Birettoni e. Eravamo un bel gruppo di promettenti sacerdoti dalle personalità molto originali [...]. Fin dagli anni della sua formazione in seminario si distingueva per la grande sensibilità sociale che lo avvicinava a poveri e disagiati. Da parroco affrontava in maniera decisa, per certi aspetti anche discutibile, la 'gestione' delle criticità, come ad esempio l'accoglienza di migranti. Ha vissuto la missione di sacerdote con semplicità, generosità e povertà, correndo dei rischi, ma non gli mancava il coraggio per affrontarli".

Due messe in ricordo di Don Leonello si terranno presso la chiesa di San Ferdinando a Perugia domani, sabato 14 e domenica 15 novembre.