Daniele Nicchi (Lega): “Stiamo mettendo in campo ogni mezzo utile al contrasto del contagio”

Il consigliere regionale: "Dopo il passaggio in zona arancione, auspichiamo adeguate misure economiche dal Governo"
Perugia

Il consigliere regionale Daniele Nicchi (Lega) è intervenuto in tema di pandemia, in seguito all’inserimento dell’Umbria in area ‘arancione’. Nel sottolineare che questa “è una conseguenza dell’aumento dei contagi registrato negli ultimi giorni” e che l’Umbria è “la Regione che fa più test in rapporto alla popolazione”, Nicchi auspica “adeguate misure economiche da parte del Governo”.

“L’Istituto Superiore di Sanità ha inserito l’Umbria nell’area arancione. Il passaggio della nostra Regione all’area a criticità intermedia arriva nel giorno in cui l’Ordine nazionale dei Medici invoca il lockdown in tutta italia ed è una conseguenza dell’aumento dei contagi registrato negli ultimi giorni - afferma Nicchi, che assicura che “come Amministrazione regionale stiamo mettendo in campo ogni mezzo utile al contrasto del contagio”.

“Siamo la Regione – osserva Nicchi - che fa più test in rapporto alla popolazione. Mercoledì sarà terminato l’allestimento dell’ospedale da campo richiesto dalla Regione per alleggerire la pressione sugli ospedali. Ora auspichiamo adeguate misure economiche da parte del Governo”.

Per il consigliere regionale “è necessario che tutti rispettino le regole di un comportamento serio e responsabile nei confronti di sé stessi e degli altri e spetta ad ognuno di noi impegnarsi per contrastare efficacemente la diffusione del virus.

La nostra vicinanza – conclude - e il nostro ringraziamento va a tutti i medici ed operatori sanitari che da mesi sono impegnati nelle strutture di tutta l’Umbria".